“Consigli non richiesti”: Dammi 3 parole

C’era una volta uno scrittore che passava notti intere a riempire fogli bianchi, lasciandovi tracce di conoscenza, amore e caffè. C’era, sempre quella volta, un libro di carta, un’unità coerente di pagine e personaggi, che aspettava i soldi di un editore baffuto (!) e di un lettore occhialuto (!!) per essere reale, sfogliabile, acquistabile. Beh, quella […]